La Collezione Archeologica
La Collezione Archeologica

Il Museo di Anatomia Umana possiede dei preziosi reperti archeologici provenienti dal Sud America. Questa importante collezione precolombiana, pervenuta al Museo tra il 1860 ed il 1870, fu raccolta in Perù grazie agli scavi effettuati da Carlo Regnoli, medico e studioso dell'Università di Pisa.
Nel 1894, inoltre, la baronessa Elisa de Boilleau donò all’allora Museo Civico tre casse contenenti altro materiale precolombiano, che finì per confluire nel già esistente Fondo Regnoli.
Oltre ai reperti precolombiani, il Museo conserva due mummie Egizie, di cui una con il sarcofago originale, splendidamente dipinto ed in ottimo stato di conservazione. L’origine di queste mummie è incerta: pare che una di esse fosse stata portata in Italia da Ippolito Rosellini che, insieme a Jean-François Champollion, aveva partecipato alla spedizione franco-toscana in Egitto e Nubia del 1828-29.

I Vasi

La collezione precolombiana donata da Carlo Regnoli conta 121 vasi delle culture preincaiche Chimù e Chancay, risalenti ad un periodo compreso fra il XII ed il XVI secolo; contengono raffigurazioni antropomorfe, zoomorfe o fitomorfe. Alla stessa raccolta precolombiana appartengono anche resti botanici e vegetali, le mummie e i corredi funerari (utensili, ciotole, stoffe, ecc.).

 

 

 
​​